Il gusto dell’olio nuovo appena raccolto: il sapore della tradizione

La favola della cicala e della formica

Il gusto dell’olio nuovo appena raccolto: il sapore della tradizione

Hai presente la favola della cicala e della formica?

La prima che passa tutta l’estate nel dolce far nulla, intenta a cantare da un ramo a l’altro di un albero; l’altra invece passa tutta l’estate a sgobbare per assicurarsi il cibo per il lungo e rigido inverno.

Ecco, quando arriva il tempo della raccolta delle olive ci si sente un po’ come le formiche operaie che lavorano per mettere da parte prodotti da usare nell’inverno che arriva.

Una tradizione che si tramanda di generazioni in generazioni insieme all’idea di “mettere da parte” quante più prelibatezze per i mesi freddi.

Fare l’olio, passando dalla raccolta dell'olivo fino all'estrazione dell'oro liquido, ha lo stesso principio: mettere da parte un bene prezioso che useremo tutta la stagione, un prodotto genuino e naturale di cui conosciamo la provenienza e di conseguenza l’affidabilità dell'agricoltore che l'ha coltivato e poi raccolto e del frantoio dove è stato estratto.

Una tradizione, dicevamo, che si perde nella notte dei tempi nel nostro Abruzzo basti pensare che Virgilio ne attesta la presenza nella Marsica, mentre Ovidio ne documenta la produzione nella Valle Peligna.

La raccolta delle olive rappresenta sicuramente un momento importante del calendario agricolo: dai gesti antichi con cui esse si colgono ai canti che accompagnano l’operazione.

Lo sai per esempio che la nostra regione vanta tre diverse qualità di olio con il riconoscimento DOP? Eccole:

  • la “Aprutino-pescarese,
  • la “Colline teatine”,
  • la “Pretuziano delle colline teramane”.

Una tradizione, un rito che nel corso degli anni ha mutato solo i mezzi ma non l’intensità e i profumi di quelle giornate passate nei campi tra panini e un buon bicchiere di vino (abruzzese).

Dalla raccolta a mano, allo smuovere le piante per far cadere ciò che è rimasto, si è passati a mezzi elettrici che riducono i tempi e la fatica.

Anche noi rispettiamo la tradizione del raccolto, e non dimentichiamo il sapore di una fetta di pane con “l’olio nuovo” ma rispettiamo la fatica di uomini e donne al punto che siamo stati i primi a dare a noleggio l’abbacchiatore (attrezzi elettrici o pneumatici con aste allungabili che provocano la caduta dei frutti sulle reti tramite la vibrazione veloce di pettini contrapposti).

I nostri abbacchiatori interamente prodotti in Italia, consentono di risparmiare tempo e fatica grazie alla base a U che si divincola tra i rami con destrezza.

Il materiale utilizzato per la costruzione è in Ergal e Magnesio, con trattamento ossido duro.

Ergal: un materiale molto pregiato, rende l'attrezzo autolubrificante favorendo lo scambio termico..

Magnesio: le parti interne sono state realizzate in magnesio, attutiscono totalmente le vibrazioni.

Queste leghe possono assorbire efficacemente l’energia vibrazionale, il che è desiderabile in tutte quelle applicazioni in cui si ha la presenza di movimento meccanico.

Per te contadino o imprenditore agricolo che ti appresti in questi giorni a raccogliere le olive, da noi puoi trovare tutto il necessario come le reti: realizzate in tessuto antispina, monofili di polietilene, stabilizzato raggi u.v. angoli rinforzati con tassello occhiellato colore verde. Dimensioni: 6x12 m; 7x14 m, 10x10 m, 12x12 m.

Per la tua sicurezza e per proteggerti dai rami o dagli insetti è consigliabile indossare la Calotta da lavoro con visiera rete Portwest PW93 (conforme alla Direttiva Europea sui Dispositivi di Protezione Individuale 89/686/EEC e con gli standard armonizzati nazionali).

E’ realizzata con materiali quali Polipropilene e Acciaio al carbonio zincato, ha questi vantaggi:

  • Regolazione con rotella per un facile aggiustamento,
  • banda per il sudore in soffice schiuma inclusa,
  • può adattarsi per essere utilizzato sopra occhiali da vista.

Sicurezza che, come sai bene, viene anche dall’abbigliamento da lavoro. Sì, anche quando è tempo di raccolta di olive l’abbigliamento vuole la sua parte.

New Niagara Mimetico è il kit per questa fase di campagna: completo giacca e pantalone antipioggia. La giacca dispone di cappuccio fisso a scomparsa con chiusura con cerniera e coulisse al fondo.

Raccolto fatto, spremitura fatta, assaggio fatto, è tempo di imbottigliare…

Dove? Sicuramente all’interno di lattine realizzate in banda stagnata (acciaio dolce) rivestito da uno strato di stagno che ha la funzione di proteggere gli alimenti da alterazioni chimiche. Questo materiale è il più usato in tutto il mondo per il confezionamento di scatolame, per conservare prodotti alimentari, in quanto il metallo usato è inerte e atossico e garantisce la perfetta conservazione di alimenti per lunghi periodi, perché la banda stagnata viene ricoperta con vernici naturali.

Da noi le trovi: da 1 litro, 2 litri, 3 litri, 5 litri 10 litri e 25 litri.

Sei pronto per ripetere la tradizione? Allora visita il nostro e-commerce e trasforma il raccolto in una vera e propria festa!

Siamo a San Salvo in via Sandro Pertini. Ti aspettiamo!

« Torna indietro